Usare Google translate senza rischiare figuracce

By | 5 Luglio 2015

Usare Google translate. Pregi e difetti.

GoogleTranslate

Devi tradurre qualcosa al volo, ma non conosci bene la lingua…
allora vai su Google translate e…lasci fare a lui…

Poi il tuo capo ti dice:
“ehm, la prossima volta, prima di spedire una lettera a un cliente straniero , se  proprio devi usare google… prova a rileggere quello che hai scritto e se proprio non sai la lingua fatti aiutare da qualche collega, ok? Il cliente si è fatto 10 minuti di risate al telefono con me…Non tutti sono comprensivi come questo…attento!”

E’ una scena che ho visto realmente! Il capo si è fatto beffa del suo impiegato davanti a me (in trattativa), e lui non sapeva come rispondere… se confermava di aver usato google ammetteva di essere stato superficiale, se negava dimostrava di non conoscere bene la lingua… “ehm, si…mi scusi era tardi e per la fretta…”

Doppio sbaglio: ha detto “per la fretta”…

Allora: tu puoi avere tutte le ragioni del mondo, era tardi, ti stavano aspettando a casa… ma dire al tuo capo che hai trascurato di fare bene un lavoro per un motivo personale…il grande Mike avrebbe detto: “ahi, ahi, ahi signora Longari, mi è caduta sul….”

A parte tutto questo, usare Google translate può essere molto utile se lo si usa con le dovute accortezze!

Google Traslate è indubbiamente una delle funzioni più usate da tutti, anche se poi siamo i primi a riconoscere che in ambito tecnico non possiamo fidarci completamente della sua precisione, anzi!

ScaricaGuida

L’ utilizzo più utile è quello di far tradurre una pagina web che si sta visitando in una lingua non proprio conosciuta…sapendo comunque che non è fedele al 100% ma che in ogni caso ti aiuta a capire il contenuto.

Ma se invece volessimo usarlo per tradurre testi da utilizzare per il lavoro? Come scrivere una lettera a un cliente straniero oppure, come nel nostro caso, tradurre i testi per un listino o catalogo?

Non dovremmo usarlo?

Io ho un metodo per limitare i danni di una traduzione errata( ci pensi se per errore mandi a quel paese qualcuno!)

Appena effettuata la traduzione la ritraduco in italiano e se il risultato è coerente significa che la traduzione è accettabile.

E’ facile farlo anche con Google direttamente, lo sai?

Guarda qui:

Google Traslator 1

Se clicchiamo sulle doppie frecce Google rifà la traduzione al contrario, e guarda cosa succede

Google Traslator 2

Ehm… non mi sembra un gran bel risultato. Allora penso: “devo formulare la frase in un italiano più preciso, scritto…”

E riprovi di nuovo con una frase più precisa (ricordati di copiare (ctrl+c) il testo originale…)

Google Traslator 3

Google Traslator 4

Ok, questo risultato è uguale all’ originale! Forse andava bene anche quella precedente (?), e magari sto prendendo un granchio adesso, ma le possibilità di sbagliare sono minori!

Però fai attenzione! Prova a farlo con il russo questo giochino! E scoprirai che non lo stai salutando ma non si sa bene cosa!

Google Translator 5Google Translator 6

Se è una lingua che conosco abbastanza, posso cambiare qualche parola del testo tradotto e vedere il risultato in italiano.

Se non la conosco, tipo cinese, giapponese o cirillico, non posso modificarla ma almeno so che non sto offendendo nessuno!

ScaricaGuida

Come facciamo noi in Easy List?

Abbiamo sfruttato Google Traslator  e studiato maschere in modo di fare automaticamente la doppia traduzione senza usare il copia e incolla.

Senza modificare il testo originale (che non possiamo modificare perché quella è, e quella deve restare), abbiamo la possibilità di intervenire sia sul testo originale che sul testo tradotto, finche il risultato della ritraduzione in italiano non è soddisfacente.

Se la traduzione è stata fatta con questo metodo viene settato il flag “richiesta verifica” che permette di filtrarle e farle modificare da persone esperte.

Questa che vi illustriamo è solo una utility presente nel nostro sistema da usare come aiuto “così com’è” senza pretese.

Se volete testi tradotti come si deve, dovete utilizzate persone qualificate.

Ma attenzione, anche queste non devono conoscere solo la lingua ma anche i termini tecnici: i testi nei listini non sono quasi mai frasi di senso compiuto, quanto piuttosto abbreviazioni senza uso di congiuntivi e non facilmente comprensibili per i non addetti!

In questo video ti faccio vedere il collegamento nel nostro sistema (è la versione di test di un anno fa, da allora abbiamo implementato il cinese e aggiunto il flag per la verifica)

p.s.
se vuoi toglierti tutti i dubbi… compila il modulo con i tuoi dati, ti richiameremo in un breve periodo e fissiamo una demo… anche in agosto!

Richiedi una demo gratuita oppure ulteriori informazioni

Category: Listini prezzi e cataloghi tecnici

About Gabriele Fiorani

L’obiettivo del mio lavoro é quello di aiutare i clienti a organizzare il proprio catalogo nel migliore dei modi per ottenere quello che dovrebbe: vendere! Le aziende hanno il problema di dover iniziare ogni volta il listino da capo, spendendo tante risorse, sia economiche che di tempo. E ogni anno la storia ricomincia, e l’unica via che trovano per risparmiare è quella di allungare i tempi tra una versione ed un’altra… ma se il listino lo fanno perché serve a vendere… è un controsenso! Metto a mia disposizione tutta l’esperienza acquisita in SCM Group dove, come dipendente prima e consulente poi, ho programmato e gestito il sistema OLI (Offerte e Listini) per tutto il gruppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *