Come accettare le proprie debolezze, lasciare agli altri i lavori indigesti (e fidarsi delle capacità degli altri))

By | 8 Marzo 2015

I lavori indigesti

fidarsiIn azienda le cose da fare sono sicuramente tante e bisogna fare anche quelle che non piacciono. E riuscire a fare bene queste ultime è più difficile, vero?

E’ normale , anche per me!

Oggi ti voglio raccontare come ho fatto a diventare specialista nel mio settore.

Ho sfruttato una mia debolezza e il mio capo mi ha lasciato fare quello che ti sto per raccontore.

Si, perché quando le cose servono e vanno fatte…bisogna farle senza aspettare troppo e avere fiducia nelle persone che ti possono garantire il risultato…

Il sistema che sta alla base di Progetto Catalogo – EasyList Plus è nato qualche anno fa perché ero… un po’ imbranato nell’ immissione dati!

Accettare le proprie debolezze

Sono Gabriele Fiorani, coautore del blog. La mia storia di programmatore inizia nel 1989.

Assunto dal mio (ora) amico Giovanni Demeli, allora responsabile ced della ditta IDM, per sostituire una persona in maternità che aveva sviluppato un sistema di listini e offerte.
Alla vigilia di Natale mi appiopparono una cassa di manuali di RGP. (ma una cassa per davvero! Minimo 20 manuali!)

Per chi non lo sa (credo in molti), RPG è il linguaggio di programmazione dei sistemi IBM S36, S38 e AS400. Io all’epoca nemmeno sapevo cosa fossero questi sistemi, ma non mi persi d’animo: avendo fatto le scuole come privatista, ero abituato a studiare da solo! Quando iniziai il lavoro il 7 di Gennaio, mi chiesero da dove si poteva cominciare: mi misi davanti al terminale e realizzai il primo programmino, semplice semplice, ma tanto da far sbalordire i miei colleghi e meritarmi da subito la loro stima. Poi mi fecero fare tutti i corsi possibili su AS400 presso la sede di IBM, diventando molto esperto di quel sistema, e seguii il passaggio dal S36 al AS400. Ero il programmatore e il sistemista di quel sistema e insieme ai colleghi mettemmo mano al gestionale IBM, le ACG, per adattarle alle esigenze aziendali.

Ancora oggi, se mi capitano aziende con AS400, riesco a muovermi bene nonostante non ci lavori più da molto tempo.

Ma l’azienda ebbe un periodo di crisi e venne assorbita da un gruppo molto più grande.

Nonostante il nostro ced era molto valido, venne dismesso e sostituito dal sistema della holding.

Poco contava quanto valessimo: le aziende del gruppo dovevano avere tutte le stesse procedure e il nostro AS400 venne messo in cantina…

Il nostro ufficio divenne il controllo di gestione dell’azienda e il mio compito era quello di inserire i dati A MANO nel nuovo gestionale!

A MANO!

Mi passavano delle liste e io dovevo digitarli a terminale!

NOOOO, non era lavoro per me… Giovanni doveva ripassare il mio lavoro perché ne sbagliavo la metà! (emh…forse di più)

Quindi quando cominciai per i fatti miei a studiami MS Access, le macro, il VBA, le query…Giovanni mi lascio fare! Un po perché così non doveva ripassare il mio lavoro e perdere tempo…un po perché mi conosceva bene e sapeva che avrei tirato fuori qualcosa di buono.

Infatti dopo poco tempo automatizzai il lavoro che altrimenti doveva essere fatto a facendo risparmiare un sacco di tempo e soprattutto EVITATO COMPLETAMENTE GLI ERRORI che anche  Giovanni ogni tanto commetteva, è inevitalile!

Anche gli amministratori dell’azienda si accorsero di questo e decisero di affidarmi un compito per supplire una mancanza del loro ced: realizzare un software di gestione listini e programma di preventivazione.

Ma solo per l’azienda e non per il gruppo…era troppo complicato far accettare la cosa nei piani alti e il lavoro venne fatto quasi di soppiatto dalla holding!

Beh, la cosa ebbe successo e il ced, iniziò a pensare a una procedura simile, ma non avevano persone qualificate in ambito pc e chiesero a me di seguire il loro progetto.

Ma perché non prendere quello già fatto e migliorarlo? NO, bisognava rifarlo da capo! E dopo molte mie resistenze acconsentii a sviluppare il nuovo progetto.

Il nuovo progetto si chiamava OLI (Offerte e Listini). Doveva gestire i listini delle varie ditte del gruppo e soprattutto agevolare la compilazione delle offerte che erano molte complesse. Infatti per fare l’offertadi una macchina bisognava compilare il configuratore di prodotto che venne acquistato da una software house esterna e collegato al nostro preventivatore. Nel giro di qualche anno tutte le aziende del gruppo e le filiali estere erano gestite.

Sono stato il punto di riferimento delle segreterie commerciali e di tutti i commerciali e ho visto e risolto molte loro problematiche.

Ora sono in proprio e indovinate in cosa sono specializzato? Esatto il programma dei listini!

MA non è solo il programma dei listini…

“Easy List Plus” è l’unico impaginatore automatico che gestisce i dati del tuo catalogo in maniera interattiva e ti permette di usare il tuo listino come strumento di marketing per fidelizzare i tuoi clienti e vendere di più.

E il lavoro fatto non è mai fine a se stesso, ma sempre integrato con le altre necessità della tua azienda e utilizzabile per il futuro!

Di esperienza ce n’è molta, non solo mia, perché anche il mio socio Alessandro ha messo molto della sua esperienza, ma la sua storia la lascerò raccontare a lui, quando e se vorrà!

Fidarsi delle capacità degli altri

Sono diventato esperto in questo settore perché Giovanni, che mi conosceva, si è fidato delle mie capacità accollandosi il mio lavoro.

Tu non mi conosci, ma hai la possibilità di farlo seguendo e leggendo il blog.
Puoi andare a leggere le testimonianze che i miei clienti mi mandano, clicca qui

Imparerai a conoscermi e poi deciderai sei fidarti di me!

Se vuoi saperne di più non esitare a contattarmi!

 

 

 

Category: Listini prezzi e cataloghi tecnici

About Gabriele Fiorani

L’obiettivo del mio lavoro é quello di aiutare i clienti a organizzare il proprio catalogo nel migliore dei modi per ottenere quello che dovrebbe: vendere! Le aziende hanno il problema di dover iniziare ogni volta il listino da capo, spendendo tante risorse, sia economiche che di tempo. E ogni anno la storia ricomincia, e l’unica via che trovano per risparmiare è quella di allungare i tempi tra una versione ed un’altra… ma se il listino lo fanno perché serve a vendere… è un controsenso! Metto a mia disposizione tutta l’esperienza acquisita in SCM Group dove, come dipendente prima e consulente poi, ho programmato e gestito il sistema OLI (Offerte e Listini) per tutto il gruppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *